elisabetta menna

Il picco dell’intelligenza a 40 anni e migliorano apprendimento e calcolo. Questo uno studio effettuato dal Mit (Massachusetts institute of technology) di Boston e dal Massachusetts general hospital. Al Fizz Show interviene la d.ssa Elisabetta Menna, ricercatrice dell’ospedale Humanitas e dell’istituto di neuroscienze del Cnr a raccontare questo studio interessante.

Se la memoria è migliore da giovani, la capacità di apprendere nuove parole, di fare di calcolo e la conoscenza di una più vasta cultura generale raggiungono il loro apice una volta superati i quarant’anni. L’intelligenza non è una capacità che si mantiene costante durante la vita, anzi, cambia a seconda dell’età. Nonostante sia ben noto che i giovani abbiano una memoria più accentuata e fresca, sembrerebbe che arrivati ai quarant’anni alcune capacità intellettive nell’essere umano si accentuino, ad esempio l’apprendimento di parole nuove, la rapidità di fare i conti e una più vasta cultura generale, chiaramente rafforzata da una maggiore esperienza.

 

Author: Fizzshow

Share This Post On