Le diagnosi di Hiv in Italia riprendono a salire

In Italia le diagnosi di Hiv riprendono a salire: lo scorso anno sono state 1.888, pari al 2% in più rispetto al 2021 e al 34% in più rispetto al 2020.

Questo è il secondo aumento consecutivo dopo oltre un dieci anni di costante discesa. Il trend risente però dell’esperienza della pandemia e del crollo delle diagnosi registrato nel 2020 (-44% su base annua). Nel complesso, il dato del 2022 risulta del 25% più basso rispetto al 2019 e, rispetto a 10 anni fa, i casi sono più che dimezzati. È questo il quadro che viene fuori dall’aggiornamento della sorveglianza nazionale delle nuove diagnosi di infezione da Hiv e dei casi di Aids, curato dall’Istituto Superiore di Sanità e pubblicato in occasione della Giornata Mondiale dell’Aids che si celebra l’1 dicembre.

Al Fizz Show abbiamo raggiunto la dottoressa Silvia Nozza, medico infettivologo dell’Unità di Malattie Infettive dell’IRCCS Ospedale San Raffaele Turro.

Related Articles